Fiera Milano, San Precario a fianco degli 85 “rottamati”

PROTESTA INIZIATIVA ORGANIZZATA DA «SOS FORNACE»
San Precario in Fiera a Rho a fianco degli 85 «rottamati»
Cassa integrazione nel mirino dei manifestanti

di ROBERTA RAMPINI
— RHO –
torna nei padiglioni della nuova Fiera di Rho-Pero. Il santo
protettore dei lavoratori senza diritti è «apparso» ieri mattina ai
cassintegrati dell’’Ente Fiera portando con sè un dono natalizio per
l’amministratore delegato Enrico Pazzali: un sacco con 85 pepite di
carbone.
Il carbone perchè «è stato cattivo», 85 pepite come il numero dei
dipendenti in . La scenografica apparizione del protettore di chi non
ha
santi in paradiso è stata promossa dallo sportello biosindacale del
centro sociale Sos Fornace, si è svolta nei padiglioni dove era in
corso la Fiera dell’Artigianato.
ARMATI di megafono e volantini, con tanto di striscioni e l’effige di
San Precario, i manifestanti hanno spiegato le ragioni della loro
protesta sotto gli uffici della direzione generale tra un cordone di
forze dell’ordine e visitatori incuriositi, «Fiera Milano è la più
grande vetrina dell’economia italiana eppure dal mese di ottobre ci
sono 85 lavoratori in cassa integrazione in deroga, anticamera del
licenziamento – spiega Andrea Papoff – intanto sta spremendo gli altri
lavoratori costringendoli a turni massacranti mentre continua a fare
utili.
Il nuovo polo fieristico doveva portare ricchezza e occupazione sul
territorio, invece è diventato simbolo di precarietà».I manifestanti
avrebbero voluto consegnare il regalo all’amministratore delegato, ma
ieri mattina non era alla sua scrivania, «torneremo in altre occasioni
fino a quando Fiera Milano non farà dientro front sulla cassa
integrazione – spiega un manifestante – saremo presenti a tutti i
convegni e alle  fieristiche per denunciare questa gestione degli
affari
che in nome del profitto e del business calpesta dignità e diritti dei
lavoratori sempre più precari e sempre più ricattabili».
DA FIERA MILANO replicano ricordando le ragioni della cassa
integrazione, «la misura è parte di un articolato piano di
riorganizzazione del gruppo Fiera Milano, reso necessario per
consentire
all’azienda di operare con successo su un mercato sempre più
competitivo – recita una nota stampa – in questo contesto si è dovuto
intervenire anche sul costo del personale.
Un primo bilancio degli interventi attuati registra un significativo
recupero di efficienza, testimoniato dal fatto che l’attività a
ottobre-dicembre, periodo denso di eventi, si è svolta nella massima
regolarita».

(IlGiorno 12/12/2010)

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Dicono di noi... e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...